I Ching Reading

I Ching Reading

I Ching non è qualcosa che qualcuno deve imparare, tanto come qualcosa che qualcuno deve solo fare. Si tratta di un sistema di divinazione di simboli basata su risalente 3000 anni in Cina. Esso si basa su un cancello binario, una linea spezzata o ininterrotta, formata in trigrammi e esagrammi. I Ching è come l'astrologia cinese che utilizza le monete, invece date.

I Ching è essenzialmente un mezzo per ottenere una guida spirituale, intuizione ispirazione e saggezza universale. Esso è costituito da 64 capitoli, ciascuno relativo ad un corrispondente ‘esagramma’ che presenta un particolare messaggio. E 'considerato più antico libro del mondo, molto più antico dei primi libri della Bibbia. E 'più centrale nella cultura orientale che la Bibbia è quello occidentale culture.I Ching è una forma antica di cosmologia cinese e philosophy.It è la più antica forma nota di divinazione e misticismo - scritta in Cina molto prima del tempo di Confucio. I Ching o Yi Jing (Yijing, Yiqing, I-Tsing o YiChing) , era un monaco buddista Tang Dynasty, originariamente chiamato Zhang Wen Ming, che ha viaggiato per mare verso l'India e ha studiato a Nalanda per undici anni prima di tornare con una collezione di ben 500,000 strofe sanscrito. Ha tradotto più di 60 sutra in cinese, tra cui Saravanabhava Vinaya , Avadan , storie di grandi imprese , e Suvarnaprabhascottamaraja-sutra , ( Sutra del Re più onorato , . Egli è anche responsabile per la traduzione di undici tantra buddhisti ei diciotto anni lavora sulla disciplina monastica, così come opere esegetiche.

I Ching Reading non è “dire di fortuna” nel senso che non sta tentando la chiaroveggenza, o prevedendo il tuo futuro. Ogni oracolo che fa rivendicare la chiaroveggenza deve presumere che ti manca il libero arbitrio che potrebbe alterare l'esito, I Ching enfaticamente non rende tale presunzione. Anche,l'I Ching è un antico, Non una Nuova Era, oracolo. Non è stato progettato, piace “Carte di Angelo,” per farvi sentire bene in una vaga, modo sfocata, ma per penetrare a ciò che sta realmente accadendo. Ci dice che cosa abbiamo bisogno di sentire, non necessariamente quello che vogliamo sentire .